GATE Salerno nasce come spazio di incontro e di confronto per azioni di crescita sociale, culturale ed economica dei territori. Un meeting point pensato per lasciare in eredità collettiva, un patrimonio di idee, progetti e realizzazioni per la Città di Salerno, la sua Provincia, Ravello e la costiera Amalfitana. Luoghi da cui confluire e dai quali ripartire alla ricerca di nuovi stimoli e di nuove opportunità. Grazie al fondo europeo (POR Campania FESR 2007\2013), Gate Salerno è stato ospitato a Ravello, nella Sala stampa dell’Auditorium Niemeyer ed a Salerno nella Chiesa dell’Addolorata e nel Complesso Monumentale di Santa Sofia. L’iniziativa, attraverso un calendario intenso, in un lasso di tempo ampio, ha racchiuso un ventaglio di eventi  proiettati a favorire un’offerta culturale globale e locale che ha consentito lo sviluppo di informazioni e di consapevolezza critica sul necessario  rinascimento urbano indispensabile per produrre competitività economica, lavoro e rigenerazione dei territori. Gate è stato anche un luogo di interazione in cui online ed offline hanno convissuto in  simbiosi. Infatti, “Gate Siamo Noi” è stata una sezione online aperta a tutti che ha offerto l’opportunità di far emergere idee, suggerimenti, temi e proposte da sviluppare durante e dopo il festival.